Giampaolo Lo Conte all’International Multihull Boat Show 2022

10 Giu di admin

Giampaolo Lo Conte all’International Multihull Boat Show 2022

Giampaolo Lo Conte, imprenditore italiano appassionato di yachting e collaboratore commerciale dei cantieri Palumbo Super Yacht, Isa Yacht e Columbus Yacht, è stato intercettato alla kermesse de La Grande-Motte per commentare le novità più interessanti presentate alla mostra nautica.

L’International Multihull Boat Show nasce nel 2010 per esporre catamarani a vela e a motore e trimarani sull’acqua. L’idea era stata proprio quella di avere un salone nautico che si esibisse, negli anni pari, sulla costa atlantica, e, negli anni dispari, su quella mediterranea. Inizialmente si svolgeva a Lorient, in Bretagna, e a La Grande-Motte, nel Sud della Francia. Adesso, invece, la manifestazione si svolge ogni anno ad aprile nel porto de La Grande-Motte. Si tratta di un salone molto conosciuto e importante tra gli appassionati della nautica multiscafo del mondo. Quest’anno, dopo il fermo forzato di due anni a causa della pandemia, si è tenuto dal 20 al 24 aprile ed il ritorno è stato amplificato da tante anteprime mondiali. Il luogo di svolgimento non è cambiato, ma è La Grande-Motte che si trova nel Golfo del Leone nella regione dell’Occitania. 

Questa località non è stata scelta casualmente – commenta Giampaolo Lo Conte, raggiunto dalla nostra redazione proprio durante le giornate dello show – la Francia, infatti, è il luogo di origine di queste barche e qui si trovano i più rinomati cantieri nautici come Bali, Catana, Fountaine Pajot, Lagoon, Outremer, Privilège.”

L’International Multihull Show è mancato per 2 anni privando tutti gli operatori del settore di grandissime opportunità commerciali

Pensate che da questa regione proviene addirittura il 65% dei multiscafi prodotti nel mondo”, precisa Giampaolo Lo Conte. “In questa edizione erano presenti più di 60 imbarcazioni tra catamarani, trimarani, a vela o a motore, da crociera o sportivi della lunghezza tra i 30 e i 60 piedi. Non sono mancati gli accessori, vele e designer nei 2.500 metri quadrati a terra su cui soffermarsi per un’immersione ancora più accurata durante lo show”. 

Leggendo le rassegne stampa della manifestazione abbiamo anche rinvenuto numerose anteprime mondiali, come, ad esempio, Windelo Catamaran con Windelo 54 in versione Yachting, un catamarano a vela all’avanguardia, nato dal disegno di Christophe Barreau e Fréderic Neuman. I giornalisti hanno segnalato anche: il Catana Ocean Class, del cantiere francese Catana Catamarans, frutto di due anni di studio che hanno portato un catamarano a vela con caratteristiche performanti per la fascia medio alta del mercato; il cantiere Lagoon, che ha messo in mostra il suo bellissimo Lagoon 51 con uno spazioso flybridge con doppia entrata e un salone rialzato con un’ampia vista a 360°; il C CAT 48 presentato da C-Catamarans, un catamarano pensato con ampi spazi aperti per una confortevole vita a bordo; Marsaudon Composites con ORC 57, il cui punto di forza è la fluidità delle linee che appaiono fin da subito molto sportive e garantiscono prestazioni molto elevate; e, infine, Squalt Marine International che ha presentato, invece, il CK70, un lussuoso catamarano a vela con una struttura in alluminio per affrontare navigazioni d’altura grazie alle grandi capacità dei serbatoi d’acqua e di carburante di cui è dotato.

A vincere il premio come Migliore multiscafo del 2022 è stato, però,  il trimarano pieghevole a vela Marlin 33 – conclude Giampaolo Lo Conte, che sottolinea come “questa imbarcazione ha presentato le migliori qualità per l’estrema velocità di navigazione, il grande comfort e l’attenzione all’estetica“. Potete cliccare qui per saperne di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *