Accedi agli internet trends di Tiziana Luce Scarlino e Gianluigi Rosafio

6 Mag di admin

Accedi agli internet trends di Tiziana Luce Scarlino e Gianluigi Rosafio

La tua vetrina nel mondo: come creare un negozio su eBay

La piattaforma globale leader nel commercio online conta oltre 183 milioni di acquirenti attivi in tutto il mondo ed il 62% delle transazioni è infatti a carattere internazionale. L’iscrizione al sito permette dunque di raggiungere una platea pressocché illimitata: una scelta certamente vincente nel periodo storico attuale.  Per poter compiere una qualsiasi operazione sul sito ebay.com è necessario creare il proprio account selezionando in alto a sinistra la voce Registrati e inserendo il proprio indirizzo di posta elettronica e una password appositamente scelta. È bene precisare che eBay offre la possibilità di vendere prodotti anche senza aprire il proprio negozio virtuale tramite la creazione di inserzioni di vendita gratuite. Il 10% del ricavato sarà trattenuto da eBay come commissione del valore finale per un massimo di 200 €, spese di imballaggio e spedizione escluse.

Le tipologie di negozi eBay

La piattaforma mette a disposizione degli aspiranti venditori tre soluzioni di vendita, ciascuna subordinata al pagamento di una tariffa mensile che varia a seconda della quantità di inserzioni e di strumenti di modifica delle inserzioni offerti dal pacchetto, che invitiamo ad approfondire sul sito. Naturalmente eBay offre anche le celebri inserzioni di asta che permettono all’acquirente di competere con altri utenti per l’acquisto di un prodotto proponendo il proprio prezzo. Ecco le tariffe per negozio aggiornate al 1° aprile 2021:

  • Il Negozio Base ha una tariffa mensile di 19,50 €.

Comprende 400 inserzioni gratuite e successive a 0,50€ l’una; 40 inserzioni asta gratuite e successive a 0,50 €.

  • Il Negozio Premium ha una tariffa mensile di 39,50 €.

Offre 10.000 inserzioni gratuite e successive a 0,05 €; 100 inserzioni asta gratuite e successive a 0,50 €.

  • Il Negozio Premium Plus ha una tariffa mensile di 149,50 €.

Prevede inserzioni gratuite illimitate più 250 inserzioni asta gratuite e successive a 0,50 €.

È bene ricordare che anche per il sistema negozi eBay richiede una commissione sul valore finale della transazione calcolato a seconda della categoria del prodotto, spese di spedizione incluse.

Aprire il negozio in pochi, semplici passaggi.

L’operazione può essere svolta solo da PC. Non è disponibile per tablet e smartphone.

  • Accedi con il tuo account eBay.
  • In alto a destra, clicca su Il mio eBay e seleziona la scheda Account.
  • Scegli la voce Informazioni personali e individuata la voce Tipo di account clicca su Modifica.
  • Spunta la casella Account business e conferma tramite il pulsante Invia.
  • Seleziona nuovamente Il mio eBay e la scheda Account.
  • In basso a sinistra, seleziona la voce Iscrizioni.
  • Clicca su Scegli un Negozio e seleziona la tipologia desiderata.

Qualora dovesse comparire il messaggio: Non siamo in grado di elaborare la tua iscrizione. Per iscriverti, devi prima disporre di un account del venditore attivo, seleziona la voce Account del venditore attivo e scegli il metodo di pagamento.

Ora puoi selezionare il negozio. Inserisci il nome del negozio, poi seleziona Continua e infine Iscriviti con tariffa d’iscrizione.

E adesso corri a vendere su eBay!

Una visione per pochi: caricare un video privato su YouTube

Utilizzare YouTube è diventato negli ultimi dieci anni il modo più semplice per raggiungere una comunità infinita di utenti in tutto il mondo. Dal cibo, ai viaggi, alla musica, qualsiasi contenuto trova spazio sul sito.

Soprattutto a livello artistico la piattaforma ha grande utilità, come dimostrano le ormai numerose storie di grandi celebrità appartenenti, ad esempio, al mondo della musica che caricando un video pubblico sul proprio canale hanno ottenuto grande notorietà (basti pensare ai Pentatonix o a Shawn Mendes).

Tuttavia, pur avendo un proprio canale YouTube è possibile che si voglia caricare un video da indirizzare a un numero ristretto di spettatori, poiché magari si tratta di una prova, un esperimento o una sorpresa: in ogni caso, il sito offre questa opzione tramite la possibilità di caricare un video privato.

VEDI QUESTI COLLEGAMENTI RAPIDI:

tiziana luce scarlino

gianluigi rosafio taurisano

commissione europea

bruno mafrici

bruno vespa

giovanni de pierro

corriere della sera

blog internet

dtcoin

claudio teseo

compendium value

avv davide cornalba

consorzio valori

uefa champions league

mons massimo palombella

scudetto inter

mirko ravicini

cancellare notizie da internet

ministro speranza

Video privato o non in elenco?

YouTube mette a disposizione tre livelli di visibilità e privacy per i propri contenuti: il video può essere pubblico, non in elenco o privato.
Naturalmente il video pubblico è sempre visibile a chiunque lo cerchi sul sito e potrà essere commentato da chiunque.
Il video privato possiede determinate caratteristiche:

  • È visibile solo a te e non compare nell’elenco video del tuo canale.
  • Non compare tra i risultati di ricerca di YouTube.
  • Non è possibile lasciarvi dei commenti.
  • Può essere condiviso solo tramite indirizzo e-mail.

Un video non in elenco possiede le prime due caratteristiche del video privato, ma può essere commentato e condiviso tramite apposito link.

I passaggi per caricare un video privato.

Ricordiamo innanzitutto che dal 2020 la nuova interfaccia YouTube che permette di gestire tutti gli aspetti del proprio canale è YouTube Studio.Ecco i passaggi da seguire per caricare il tuo video privato

  • Effettua l’accesso su YouTube tramite il tuo account YouTube o un account Google.
  • Clicca in alto a destra sul simbolo del tuo canale.
  • Da qui, seleziona la voce YouTube Studio.
  • In alto a destra, clicca sul pulsante Crea e poi su Carica un video.
  • A questo punto, scegli il file che desideri condividere sfogliando i contenuti del tuo PC.
  • Compila tutti i campi richiesti dal sistema.
  • Una volta giunti al campo Visibilità, seleziona l’opzione Privato.
  • Per confermare l’operazione clicca infine su Salva.

Il tuo video è ora presente sul tuo canale come video privato ed è visibile solo a te. Per condividerlo con altre persone segui queste semplici istruzioni:

  • Seleziona l’icona Dettagli (quella a forma di matita) del video privato da condividere.
  • Clicca il pulsante con i tre puntini verticali in alto a destra.
  • Clicca su Condividi in privato e inserisci gli indirizzi e-mail con i quali vuoi condividere il video.

È comunque possibile rendere privato un proprio video pubblico (e viceversa) in qualsiasi momento entrando nella pagina Dettagli e modificando il tipo di visibilità nell’apposito riquadro.

https://www.iltarlonews.it/taurisano-servizio-take-away-i-consigli-di-gianluigi-rosafio/

http://www.areasostaitalia.it/lattivita-di-intermediazione-finanziaria-cose-ce-lo-spiega-gianluigi-rosafio-337/

https://www.ilfazioso.com/blog-taurisano-gianluigi-rosafio-su-ecomafia-e-reati-piu-comuni-contro-lambiente/

https://350reasons.org/gianluigi-rosafio-a-proposito-del-nuovo-google-analytics/

https://blogdinews.wordpress.com/2021/04/20/microsoft-lancia-azure-space-il-parere-di-gianluigi-rosafio/

https://ristoranteditirambo.com/lo-chef-milanese-giuseppe-rossi-e-il-suo-libro-sui-dolci-natalizi-recensione-di-tiziana-luce-scarlino/

https://sites.google.com/view/mondoapp/dal-blog-di-tiziana-luce-scarlino-google-assistant-al-posto-di-android-aut

https://rhodeislandcpas.com/gianluigi-rosafio-come-durante-il-covid-migliorano-le-consegne-a-domicilio/

Come si crea un gruppo Telegram?

Telegram sta spopolando come una delle migliori alternative a Whatsapp, ma le sue funzionalità possono non risultare così immediate come lo sono sulla sua controparte verde. In questo articolo vi spiegheremo come creare un gruppo su Telegram e quali sono le sue funzionalità, continuate a leggere se siete curiosi!

Innanzitutto, sarà necessario scaricare l’applicazione, disponibile sugli store Android, iOS, Linux, MacOS, Windows NT e Windows Phone. Una volta fatto questo passaggio a dir poco fondamentale, sarà necessario confermare il proprio numero di telefono e selezionare il proprio nome utente. Sì, un nome utente, poiché Telegram permette di poter chattare con una persona senza conoscerne il numero di telefono, ma anche avendo solo il nome utente.

Inizia così la nostra esperienza su Telegram, e subito ci accorgiamo di alcune differenze fondamentali con Whatsapp: i colori della chat sono molto più personalizzabili, così come anche gli sfondi, è possibile fare chiamate anche con più persone contemporaneamente tramite i gruppi, con i singoli sono disponibili anche le videochiamate, c’è una vastissima scelta di stickers animati e non, è possibile inviare file fino a 2GB e creare gruppi che possono ospitare fino a 200.000 partecipanti. È possibile, inoltre, “appuntare” un messaggio particolarmente importante o un link sulla chat, così che sia facilmente reperibile in caso di necessità.

Come posso creare un gruppo Telegram?

Iniziamo con l’aprire l’applicazione, ci troveremo davanti alla nostra schermata principale con le chat che abbiamo con i nostri amici e conoscenti.

Ci accorgiamo subito che in alto a sinistra sono presenti tre lineette orizzontali, quelle sono il nostro menù. Clicchiamo sopra le tre lineette e la prima opzione che ci viene presentata è quella di “Nuovo gruppo”: da qui ci troviamo davanti alla nostra lista dei contatti, che possiamo ampliare tramite l’apposita barra di ricerca in cima alla pagina che ci permette di aggiungere persone che non abbiamo in rubrica. Possiamo adesso selezionare le persone con le quali vogliamo formare il nostro gruppo, e questo lo faremo semplicemente cliccando sul loro nome per creare la nostra lista di amici.

Una volta selezionate le persone con cui vogliamo parlare, dobbiamo semplicemente cliccare la freccia in basso a destra, che ci porta in un’altra schermata. Siamo quasi alla fine del nostro percorso, poiché questa è la schermata nella quale possiamo scegliere il nome del gruppo. Ma non solo, direttamente da qui sarà possibile anche cambiare l’immagine del profilo del nostro gruppo, potendola personalizzare come più ci aggrada. Un ultimo click sul pulsante in basso a destra e ci siamo: il nostro gruppo Telegram è pronto! Non vi preoccupate se vi dimenticate di aggiungere una persona al gruppo, perché, nel caso in cui si volesse aggiungere una persona in un secondo momento, si potrà semplicemente cliccare “aggiungi partecipanti” nel menù del gruppo.

COLLEGAMENTI RAPIDI RASSEGNA STAMPA:

https://www.lavoropa.it/2021/01/24/sul-blog-dellavv-davide-cornalba-per-il-decreto-ingiuntivo/ 

https://wowpowerscore.com/tag/avvocato-davide-cornalba/

http://36avvocati.com/elenco/cornalba-davide 

https://sites.google.com/view/avvdavidecornalba/responsabilit%C3%A0-contrattuale-ed-extracontrattuale

https://confindustriavv.it/rassegna-stampa-nuova-copertina-avv-davide-cornalba/

https://www.reddit.com/r/u_avvocatodavida/comments/llp8bi/avvocato_davide_cornalba_su_prescrizione_del/

https://www.professionistiforum.it/avvocato-davide-cornalba-su-responsabilita-contrattuale-ed-extracontrattuale-396/

http://www.islam-online.it/arriva-lavventura-italiana-di-davide-cornalba-1233

https://www.essenet.it/lautore-del-danno-del-fatto-nella-procedura-di-risarcimento/

https://www.lulu.com/en/en/shop/avv-davide-cornalba/lavventura-italiana/paperback/product-yky6p9.html

https://finanzapratica.com/2020/12/15/la-prescrizione-del-diritto-del-risarcimento-del-danno/

https://altomilaneseperleimprese.it/lintervista-del-lunedi-avv-davide-cornalba-di-milano-886

http://www.happyportali.it/questinverno-lavventura-italiana-con-lavv-davide-cornalba-401/ 

http://blogcommercialisti.altervista.org/atto-illecito-rapporto-causalita-parola-allavv-davide-cornalba/ 

https://consiglieraparitaroma.it/chiedi-allavvocato-davide-cornalba-sul-risarcimento-lesioni-lievi/

https://www.wattpad.com/stories/cornalba

https://cafehem.net/avvocato-davide-cornalba-su-prescrizione-del-diritto-al-risarcimento-del-danno/

Quali sono i musei più belli da vedere online?

Visitare i musei più belli e noti direttamente da casa non è sogno. Infatti, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, dove gli spostamenti, i viaggi e i movimenti fisici sono sconsigliati, una visita virtuale ai musei più belli può solo aiutare a vivere meglio il momento storico che si sta vivendo. Ma quali sono i musei più belli da vedere online? In cima alla classifica non può non posizionarsi il museo per eccellenza: il Louvre di Parigi. Ricco di arte e storia, oltre ad essere il più famoso, è classificabile come tra i grandi musei al mondo. Grazie alla guida virtuale, il Museo del Louvre offre anche un giro online dedicato interamente alle antichità egizie. Anche questo considerato come uno dei più grandi ed importanti Musei della Storia del Mondo, grazie alle visite virtuali diventerà possibile fare un’esperienza unica ed irripetibile: si tratta del il British Museum. 

Infatti, grazie alla guida gratuita online, sarà possibile ammirare virtualmente moltissimi degli 8 milioni di oggetti presenti all’interno del museo, compresi quelli  provenienti dai siti italiani di Pompei, Ercolano e dell’Antica Roma. Da Londra a Roma, il passo è breve. Infatti, nella speciale classifica dei musei più belli da vedere on line non potevano mancare i Musei Vaticani. Ammirati e conosciuti dal mondo intero, infatti, i Musei Vaticani sono fruibili anche attraverso un tour virtuale, dove poter ammirare i percorsi dei diversi artisti, oltre che la Cappella Sistina, il Giardino del Museo e moltissime collezioni di sculture 

fatte realizzare dai Papi nel corso dei secoli. Tra i musei più belli da vedere online c’è sicuramente il Solomon R. Guggenheim Museum di New York. Situato all’interno dell’opera architettonico/futuristica realizzata dall’architetto ed urbanista statunitense Frank Lloyd Wright e considerata una delle architetture più importanti del XX secolo, attraverso un approfondito tour virtuale, sarà possibile ammirare celebri mostre permanenti, con opere d’arte di Picasso, Piet Mondrian, Jeff Koons e Franz Marc. Rimanendo in territorio americano, tra i musei più belli da vedere online c’è Il Smithsonian National Museum of Natural History di Washington. Si tratta di uno dei musei di storia naturale più belli e visitati al mondo, considerato addirittura uno “scrigno dai tesori immensi”. Inoltre, grazie ad una visita virtuale sarà possibile ammirare tutte le sale della struttura, comprese quelle degli insetti, dei dinosauri e dei mammiferi. Dopo il tour virtuale in terra a stelle strisce, la prossima visita online tra i musei più belli porta gli appassionati in Catalogna, presso il Dalì Theatre Museum a Figueres. Città natale di Salvador Dalì, qui si trova il celebre museo che, insieme alla Casa-Museo e al Castello Gala Dalí di Púbol, forma il famoso Triangolo Daliniano. Proprio all’interno del museo sarà possibile ammirare le opere e le numerose stanze che narrano la vita artistica del pittore. Infine, la classifica dei musei più belli da vedere online c’è il The Metropolitan Museum of Art (MET). Si tratta di uno dei musei più importanti degli Stati Uniti e del mondo; infatti, il MET ospita una collezione permanente, costituita da più di due milioni di opere d’arte, suddivise in diciannove sezioni. Inoltre, entrando nel sito web del Museo, diventa possibile accedere ad una raccolta online e fare tour virtuali tra le opere di Giotto, Van Gogh, Jackson Pollock e tantissimi altri famosi artisti.

Plugin optimized by Syrus